Back to Top

Immergiti nel verde dell'Umbria....

Tel:+39 0763 610780

info: corbaraonline@gmail.com

posticon Le origini di Corbara

Le origini di Corbara risalgono al XIII secolo. Agli inizi del 1200 Andrea di Montemarte, imprigionato dai tuderti, fu costretto a cedere il castello di MonteMarte, che era situato alla fine della gola del Forello sulla riva destra del Tevere, in una posizione strategica da dove si vedono le città di Orvieto e Todi. (i ruderi del castello sono visibili dalla strada SS Baschi - Todi) I conti di Montemarte si ritirarono nel castello di Titignano e di Corbara, estesero i loro possedimenti verso la città di Orvieto e parteciparono attivamente alla vita politica orvietana.

Leggi tutto: Le origini di Corbara

posticon La diga di Corbara

La diga di Corbara, sbarra il Tevere a tre chilometri dalla confluenza del fiume Paglia, creando un bacino imbrifero di 6075 Kmq e un serbatoio della capacità 207 milioni di metri cubi. L' invaso consente, con due gruppi da 62500 KWA installati nella centrale di Baschi, di produrre energia elettrica per circa 220 milioni Kwh all'anno. , La diga è del tipo calcestruzzo-terra, con una lunghezza totale di 641 metri, di cui 416 in calcestruzzo e 225 in terra.

Leggi tutto: La diga di Corbara

Pagina 3 di 3